I Progetti

Associazione Benefica di Solidarietà con il Popolo Palestinese – O.N.L.U.S

I nostri programmi di sostegno a distanza si sviluppano in base alle priorità del momento e comprendono interventi in diversi ambiti


Progetti sempre attivi

Adozione a distanza

Ricostruzione case per i senzatetto

Sostenimento Famiglia

Pozzi d’acqua potabile

Raccolta fondi per vestiario, viveri e materiale sanitario

Aiuti per minori e disabili

Progetti sempre attivi


Progetti annuali

Soccorso medico

Cartella scolastica

Montone del Eid

Ramadan

Inverno caldo

Progetti annuali

Perché l'adozione a distanza

Ogni bambino – in qualsiasi luogo del mondo nasca – ha diritto a un’infanzia felice. Noi tutti possiamo fare qualcosa.

Mediante il tuo sostegno potrai creare un legame unico e duraturo con un bambino palestinese e la sua realtà attraverso foto, lettere. Adottando un bambino, cambierai la sua vita e la tua. Senza famiglia, il presente e il futuro di un bambino sono a rischio.
L’adozione a distanza è l’aiuto più efficace per i bambini soli: grazie a te potranno godere del calore di una famiglia.

 L’adozione a distanza consiste nel farsi carico delle spese di mantenimento e di educazione di un bimbo in Palestina. L’offerta ricevuta dal benefattore adottante è inviata direttamente alla famiglia per il mantenimento, le cure mediche e per l’istruzione scolastica. L’adozione a distanza è quindi un’iniziativa di solidarietà concreta, efficace e diretta.

  • Perché consenti ad un bambino privo di mezzi, la possibilità di migliorare la propria vita altrimenti destinata alla sofferenza.
  • Perché aiutando un bambino, aiuti anche la sua famiglia.
  • Perché il tuo sostegno contribuirà alla crescita della comunità in cui il bambino vive attraverso la realizzazione di programmi di sviluppo locale.

Perché sostenere gli altri Progetti

La salute in Palestina: un diritto negato.

Senz’ombra di dubbio, la tragica situazione in cui versa larga parte della popolazione richiede urgentissimi interventi umanitari. In particolare quelli di carattere medico, dato che la rete delle strutture sanitarie del paese è stata in pratica distrutta da oltre venti anni di guerre continue.
Per limitarci ai bambini, l’Unicef (Fondo internazionale di emergenza per l’infanzia delle Nazioni Unite) stima siano decine di migliaia quelli che, in assenza di un rapido aiuto – rischiano di morire per la fame e le malattie respiratorie. Per loro la guerra e le sue conseguenze non sono certo finite.

Interventi edilizi e infrastrutture

ABSPP Onlus si occupa anche di ricostruire case, pozzi d’acqua potabile, e infrastrutture nel territorio palestinese che da decenni viene devastato dagli attacchi bellici. Oggi su due milioni di abitanti nella striscia di Gaza sono circa 800.000 mila i senza tetto; per questo motivo è una nostra priorità ricostruire le case a chi le ha perse e riqualificare il territorio dal punto di vista strutturale per far si che si possa restituire alle persone un livello di vita dignitoso e per creare basi per lo sviluppo dell’economia locale.