Alleviamo la sofferenza dei pazienti.

L’ABSPP in Italia dona un apparecchio per i pazienti nefropatici nella Striscia di Gaza.
L’Associazione benefica di solidarietà con il popolo palestinese in Italia continua a portare avanti i suoi progetti umanitari e di soccorso nella Striscia di Gaza, sotto assedio da oltre 12 anni e che soffre per i tanti problemi da esso causati.
Il blocco sionista colpisce il settore sanitario: gli ospedali sono sottoposti a una grave carenza di tutti prodotti medici di base, così come alla mancanza di apparecchi e strumentazioni per il trattamento dei malati, tra cui le macchine per la dialisi per i nefropatici.

Pertanto, l’ABSPP, con il sostegno di persone sensibili, in Italia e all’estero, ha donato un apparecchio per la dialisi con un letto speciale.
Il dispositivo è stato presentato dal dott. Osama al-Issawi, coordinatore dell’Associazione benefica nella Striscia di Gaza, al direttore dell’ospedale di Rantisi, dottor Mohammed Abu Salmiya, che ha fatto notare che nella Striscia ci sono 800 pazienti con insufficienza renale, tra cui diversi bambini, e che per tutti i casi sono necessarie tre dialisi alla settimana, con sessioni di almeno quattro ore.

Abu Salmiya ha ringraziato l’Associazione benefica e i suoi organizzatori per la generosa donazione di questo dispositivo, che è venuto a colmare il deficit nell’ospedale al-Rantisi, a beneficio dei pazienti con insufficienza renale, in particolare i bambini, e ha chiesto, allo stesso tempo, di continuare a sostenere la Striscia di Gaza in generale e il settore sanitario in particolare.