“Il settore sanitario rimane sull’orlo del collasso”

“Il settore sanitario rimane sull’orlo del collasso”, ha dichiarato l’inviato ONU al processo di pace in Medio Oriente Nikolay Miladinov. “La situazione umanitaria è fonte di grave preoccupazione e si sta ulteriormente deteriorando.

Nel suo briefing al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, venerdì, sulla situazione in Medio Oriente, compresa la questione palestinese, Miladinov ha messo in guardia sulla gravità della situazione umanitaria nella Striscia di Gaza.
Secondo il ministero della Sanità palestinese, il 50% delle medicine essenziali, il 25% dei materiali di consumo medici e il 60% delle forniture di laboratorio e delle banche del sangue hanno esaurito le scorte nei magazzini della Striscia di Gaza.
Nella sua dichiarazione, il coordinatore delle Nazioni Unite ha esortato le fazioni palestinesi a impegnarsi  nel processo di riconciliazione, e ad adottare misure concrete per unificare i governi di Cisgiordania e Striscia di Gaza, sottolineando che quest’ultima è parte integrante del futuro stato palestinese.
Miladenov ha avvertito che minare la soluzione a due stati spingerebbe palestinesi e israeliani in un “futuro oscuro” e destabilizzerebbe la regione. Ha informato i membri del Consiglio che Israele non ha adottato alcuna misura per attuare la risoluzione 2334 del Consiglio di sicurezza del 23 dicembre 2016, chiedendo una sospensione degli insediamenti.